Morbo Celiaco

Mandragoras Lab | Integratori alimentari e Cosmesi naturale dal 1995

La patogenesi della celiachia è incentrata sull’interrelazione tra:

  • fattori genetici predisponenti (associazione stretta con gli aplotipi HLA-DQ2 o HLA-DQ8)
  • risposta immunitaria
  • fattori ambientali

Fisiopatologia dell’intolleranza al glutine

fisiopatologia morbo celiaco
Il glutine viene digerito dagli enzimi luminari e dell’orletto a spazzola in amminoacidi e peptidi. I peptidi di gliadina inducono modificazioni epiteliali attraverso il sistema immune non-adattativo e adattativo.
La gliadina danneggia le cellule epiteliali con conseguente espressione di una quantità aumentata di interleuchina 15 che a sua volta attiva linfociti intra-epiteliali. Questi linfociti divengono citotossici ed uccidono gli enterociti che esprimono MIC-A (una proteina da stress) sulla loro superficie.
Durante processi infettivi o come risultato di una alterazione di permeabilità, la gliadina riesce a raggiungere la lamina propria, dove viene deamidata a parte di enzimi tissutali consentendo così l’interazione con le molecole HLA-DQ2 (o HLA-DQ8) sulla superficie elle cellule che presentano l’antigene. La gliadina viene presentata alle cellule CD4 + gliadina-reattive con conseguente produzione di citochine che danneggiano il tessuto.
Questo conduce ad atrofia dei villi ed iperplasia delle cripte con espansione di cloni di linfociti B che producono anticorpi.

Effetti del malassorbimento cronico

Apparato o sistema colpito Sintomi tipici
tratto gastrointestinale diarrea, flatulenza, dolore addominale, perdita di peso
apparato emopoietico anemia da deficit di ferro, di piridossina, di folati e vitamina B12, emorragie da deficit di vitamina K
sistema muscolo scheletrico osteopenia (definita come quella condizione ossea per cui vi è una densità minerale al di sotto dei valori di normalità) e tetania da deficit di vitamina K
sistema endocrino amenorrea, impotenza e sterilità, iperparatiroidismo
epidermide porpora e petecchie per deficit di vitamina K, edema da deficit di proteine, dermatite e ipercheratosi da deficit di vitamina A, zinco, acidi grassi essenziali e niacina
sistema nervoso neuropatia periferica da deficit di vitamine A e B12